Come diventare mediatore creditizio

Da Dailybsness.

Come si diventa mediatore creditizio? Se non hai paura di confrontarti con mutui, leasing, preventivi e istituti di credito per mettere la tua esperienza e preparazione a disposizione dei clienti, studiando le soluzioni ideali per dare loro modo di realizzare qualunque progetto alle migliori condizioni... questo è sicuramente il lavoro che fa per te!

Cosa fa un mediatore creditizio?

Il mediatore creditizio fa da tramite tra le banche e chi è alla ricerca di un finanziamento,
"mediatore creditizio"
Professione mediatore creditizio
proponendo le migliori soluzioni possibili a fronte della propria esperienza e forza contrattuale. E’ una figura indipendente, questo significa che non ha alcun rapporto particolare con specifici istituti di credito (cfr. art. 128-sexies, comma 4, del TUB), al contrario ha una conoscenza approfondita delle diverse offerte e guida il consumatore verso la migliore proposta.

Oltre il ruolo di consulenza, il mediatore creditizio si occupa anche della prima fase istruttoria, ma non può concludere il contratto (cfr. art. 13 del D.Lgs. n. 141/2010).

Come diventare mediatore creditizio

L’attività di mediatore creditizio non può essere svolta come persona fisica ed è obbligatoria la forma societaria:

  • Società per azioni
  • Società a responsabilità limitata
  • Società cooperativa
  • Società in accomandita per azioni
E’ necessario, inoltre, possedere alcuni requisiti professionali (comma 1 dell’art. 14 del D.Lgs. n. 141/2010):
  • Titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria superiore o titolo estero equipollente
  • Frequenza di un corso di formazione professionale specifico per le materie d’interesse per l’attività di mediazione creditizia
  • Superamento dell’esame previsto dall’apposito Organismo per le gestione degli Elenchi degli agenti in attività finanziaria e mediatori creditizi

La prova d’esame OAM

Chiunque voglia diventare mediatore creditizio deve sostenere un esame in cui è richiesta competenza in materie economiche e giuridiche, con particolare attenzione a tutto quello che concerne la tutela del consumatore.
L’esame consiste in una prova scritta della durata pari a 90 minuti. A ciascun candidato sarà sottoposto un questionario riportante 60 quesiti con 4 possibili risposte e sarà superato con un punteggio minimo di 36/60.

Esonero dalla prova d’esame OAM

Sono esonerati dalla prova d’esame OAM:

  • Coloro che svolgono o hanno svolto funzioni di amministrazione e/o direzione in banche e/o intermediari finanziari.
  • Coloro che svolgono o hanno svolto funzioni di amministrazione o direzione in società di agenzia e che abbiano uno tra i seguenti requisiti:
    • siano stati iscritti negli Albi tenuti dalla Banca d’Italia per almeno 3 anni nell’ultimo quinquennio
    • la società che presenta l’istanza di iscrizione all’OAM sia stata iscritta agli Albi tenuti dalla Banca d’Italia per almeno 3 anni nell’ultimo quinquennio
    • in possesso dei requisiti di professionalità previsti dal D.lgs. n. 141/2010, art. 14, comma 1

Le migliori guide per diventare un mediatore creditizio




Non hai trovato quello che cercavi? Consulta altre guide su come diventare mediatore creditizio e scegli quella che fa per te! CLICCA QUI.

Forse ti interessa anche...

  1. Sostenere un colloquio di lavoro
  2. Come scrivere un curriculum vitae
  3. Come trovare lavoro
  4. Come avviare una startup di successo
  5. Come diventare ricchi
  6. Confronta i mutui online e scegli il migliore
  7. Cerca lavoro online con Dailybsness

Vota e commenta

blog comments powered by Disqus

Nobody voted on this yet
 You need to enable JavaScript to vote